venerdì 29 giugno 2012

CINEMA DI GENERE ITALIANO - NUOVO GRUPPO SU FACEBOOK




Negli ultimi, anni sta riaffiorando nella memoria collettiva il ricordo di quella parte di cinema italiano che è stato definito da critici e addetti ai lavori con l’appellativo di “cinema di genere”. Questa lenta ma costante riscoperta, parte da lontano; riviste come Nocturno di Pulici e Gomarasca o trasmissioni televisive come Stracult di Marco Giusti hanno permesso di rivedere con un occhio diverso un capitolo importante del nostro cinema.

martedì 19 giugno 2012

CHE FINE HA FATTO MARK GREGORY?






IL CINEMA ITALIANO ANNI 80:
Verso la fine degli anni 70, il cinema di fantascienza italiano inizio a prendere ispirazione, come già era successo negli anni 60, dalle grandi produzioni Hollywoodiane. Ricalcando l’onda del successo dei film di azione americani iniziarono ad uscire nelle sale le versioni nostrane. Premesso che questo modo di operare non si era mai del tutto arrestato, trovò un nuovo slancio dopo l’uscita di “Guerre Stellari”. Sulla scia del successo del film di George Lucas, Luigi Cozzi girò “Stracrash”, Alfonso Brescia firmò una quadrilogia di film a basso budget, e Aldo Lado diresse “L’Umanoide”. Anche se questi film, ribattezzati guerre stellari all’italiana, non potevano competere come produzione (e qualità) a quella americana, riuscirono lo stesso ad avere un discreto successo al botteghino.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...