lunedì 17 dicembre 2012

COME NACQUE EMANUELLE NERA





Un interessante libro che mi è capitato di recuperare e leggere recentemente è Tra un ciak e l’altro – Storielle di Bitto Albertini” Ed. Boemi, 1998. Come preannuncia il titolo, il libro non è diviso per veri e propri capitoli ma per ampi paragrafi o storielle come le chiama l’autore, dove vengono raccolti i ricordi di un’intera carriera cinematografica. Succede spesso che la narrazione sia incerta, ma ciò non affievolisce per niente tutto il fascino emanato da questi racconti conferendo alla lettura un sapore esotico. Pagina dopo pagina, ci viene mostrato come furono girati i suoi film, nella maggior parte dei casi nei posti più impervi e disparati del mondo con mezzi e situazioni improponibili ai giorni nostri.
Per chi non lo sapesse, Bitto Albertini ha avuto il merito, di aver dato il via ad uno dei filoni più longevi del cinema italiano, quello di Emanuelle Nera interpretato da Laura Gemser. Il filone prende il nome dall’omonimo film girato dal regista nel 1975 per cavalcare l'onda del successo mondiale che ebbe il francese "Emmanuelle" (1974) interpretato dall'attrice olandese Sylvia Kristel. “Emanuelle nera” diede inizio così ad una lunga fila di pellicole girate per lo più da Aristide Massaccesi. In totale si contano tra titoli ufficiali e non circa 13 film.

giovedì 23 agosto 2012

I MERCENARI 2, CINECITTA' OCCUPATA, LA FRANCIA E I PARLAMENTARI AL MARE!



Sulla scia del successo del primo film, è uscito da pochi giorni nelle sale cinematografiche “I Mercenari 2”. Ci si trova davanti ad un’ora e 40 minuti di adrenalina, dove le vecchie glorie dei film di azione uccidono e fanno esplodere in mille pezzi i loro nemici. Se fossimo negli anni 80 non ci sarebbe nulla di strano, gli attori sono quelli che all’epoca resero grande questo genere cinematografico, però siamo nel 2012 e la cosa meraviglia un po’, specialmente quando te li ritrovi tutti insieme sul set 30 dopo. Il primo film doveva essere solo un semplice ed isolato esperimento, ma visto il successo riscontrato ne è stato fatto un seguito in cui la produzione ha stanziato ben 100 milioni di dollari.

giovedì 9 agosto 2012

EROI E ANTI-EROI IN COSTUME DEL CINEMA ITALIANO


Nel 1958 all'apice della sua carriera il campione di lucha libre (il wrestling messicano) Rodolfo Guzmán Huerta, conosciuto con il nome d'arte El Santo viene convinto a girare a Cuba, pochi giorni prima della scalata al potere di Fidel Castro, due film diretti da Joselito Rodríguez, dal titolo “El Cerebro del Mal” e “Hombres Infernales”. Anche se le due pellicole non avranno un grande successo al botteghino sono importanti perché daranno l'inizio alla carriera di attore del più grande lottatore della storia del Messico.

venerdì 29 giugno 2012

CINEMA DI GENERE ITALIANO - NUOVO GRUPPO SU FACEBOOK




Negli ultimi, anni sta riaffiorando nella memoria collettiva il ricordo di quella parte di cinema italiano che è stato definito da critici e addetti ai lavori con l’appellativo di “cinema di genere”. Questa lenta ma costante riscoperta, parte da lontano; riviste come Nocturno di Pulici e Gomarasca o trasmissioni televisive come Stracult di Marco Giusti hanno permesso di rivedere con un occhio diverso un capitolo importante del nostro cinema.

martedì 19 giugno 2012

CHE FINE HA FATTO MARK GREGORY?






IL CINEMA ITALIANO ANNI 80:
Verso la fine degli anni 70, il cinema di fantascienza italiano inizio a prendere ispirazione, come già era successo negli anni 60, dalle grandi produzioni Hollywoodiane. Ricalcando l’onda del successo dei film di azione americani iniziarono ad uscire nelle sale le versioni nostrane. Premesso che questo modo di operare non si era mai del tutto arrestato, trovò un nuovo slancio dopo l’uscita di “Guerre Stellari”. Sulla scia del successo del film di George Lucas, Luigi Cozzi girò “Stracrash”, Alfonso Brescia firmò una quadrilogia di film a basso budget, e Aldo Lado diresse “L’Umanoide”. Anche se questi film, ribattezzati guerre stellari all’italiana, non potevano competere come produzione (e qualità) a quella americana, riuscirono lo stesso ad avere un discreto successo al botteghino.

domenica 2 ottobre 2011

SPACEMAN: l'eroe di un'altra galassia - scheda del personaggio




Tornando sulla tematica dei film che hanno caratterizzato la mia fanciullezza, non posso non parlare di Spaceman, il protagonista di una serie di tre film di genere fantascientifico, frutto della fusione degli episodi di una serie televisiva uscita in Giappone alla fine degli anni 50. Anche in questo caso ho avuto difficoltà a reperire notizie sul personaggio, ma scandagliando il web in lungo ed in largo,sono riuscito poco alla volta a ricostruirne la storia.

domenica 25 settembre 2011

2011: L'ANNO DEL RITORNO DEL CINEMA DI FANTASCIENZA ITALIANO


Il 2011 sembra essere l’anno della ripresa, e non parlo ovviamente di quella economica visto che il suo andamento sempre più negativo è sotto gli occhi di tutti, ma del ritorno del cinema italiano alla fantascienza. Dopo anni di esperimenti più o meno riusciti legati come diffusione ad ambiti ristretti, questo è stato l’anno che ha riportato la fantascienza nostrana nelle sale cinematografiche con la distribuzione di ben 3 pellicole.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...